Simone Pellegrini

ARRIACA

collana Bart , Baskerville artbook

in occasione della mostra alla galleria Montoro12, Roma

© 2017, formato leporello, pag. 12

 

Catalogo Italiano     English Version

 

L'edizione su carta è stata stampata in tiratura limitata, fuori commercio e può essere richiesta alla galleria o all'artista.

 

Le opere di Simone Pellegrini presentano forme semplici, quasi primitive, delineate da ritmi e motivi sug‐ geriti dalle linee tracciate, le quali, variando di intensità, da sottili a più larghe, da chiare a piùscure, hanno la funzione di creare, racchiudere, e decorare.

Le figure che animano i lavori di Pellegrini, come Vario Diafano e Trame, presentano caratteristiche prettamente organiche, siano queste umane o vegetali, le quali, poste l’una accanto all’altra, perdono il loro signifcato originale, in favore di nuove accezioni date dalla lettura delle forme stesse nel complesso, piuttosto che nella loro singolarità.

La trama della composizione potrebbe essere formata da un tessuto connettivo che si dispone in modo difforme a seconda dell’organizzazione strutturale delle sue parti. L’opera di Simone Pellegrini appare pervasa da istinti che intendono ridefnire l’uomo e il mondo. Nella ricerca di Pellegrini si osserva una ricorsivitàdel segno che supera la simbologia eurocentrica e si affida alle libere associazioni semantiche, aprendo a interpretazioni extra pittoriche ed extra narrative.

Simone Pellegrini è nato nel 1972 ad Ancona. Nel 1999 si diploma in pittura presso l’Accademia di belle Arti di Urbino. Vive e lavora a Bologna, attualmente insegna pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nel 2006 inaugura la sua prima personale presso la galleria Hachmeister di Münster, che diviene la sua galleria di riferimento in Germania. Dal 2015 èentrato a far parte degli artisti rappresentati dalla galleria Montoro12 Contemporary Art.

Nel 2013 Baskerville ha pubblicato una sua monografia LA CRUNA a cura di Umberto Palestini.

 

Simone Pellegrini nel suo studio

Le sue opere sono incluse in numerose collezioni pubbliche: Bologna Fiere, collezione permanente, Bologna, 2013; MAMBo, Museo Arte Moderna Bologna, 2012; Collezione Volker Feierabend, 2012; MUSA, civica raccolta del disegno di Salò, 2011; CCPL ‐ Gruppo Industriale Cooperativo, collezione permanente, Reggio Emilia, 2008; Palazzo Forti, Verona, 2008; Musei Civici di Monza, Casa degli Umiliati, Monza, 2005. Le mostre piùrecenti di Pellegrini sono: Dishonesti corpi al Teatro San Leonardo, 2017 (personale); Bologna in occasione di ArtCity a cura di Artierranti, 2017; Verleihung der Narrenkappe presso Villa dei Cedri‐Mact/Cact, a cura di Mario Casanova, Bellinzona, 2017; India alla Gallery of Art Temple University, Roma, a cura di Manuela De Leonardis, 2016; Simone Pellegrini‐Gustav Seitz presso la Hachmeister Ga‐ lerie, Münster (D), 2016; Una visione italiana presso la galleria Montoro12 Contemporary Art, Roma, 2016; Italia Docet 56 Biennale di Venezia, evento collaterale a cura di L. Rotatori presso Palazzo Barbarigo Minotto, Venezia, 2016.

"NON E' MIO DESIDERIO STAMPARE MOLTI LIBRI, MA SOLO QUELLI IMPORTANTI O DI MERITO INTRINSECO

AD UN PREZZO CHE COMPENSI LA STRAORDINARIA CURA CHE NECESSARIAMENTE SI DEVE FISSARE PER ESSI".

John Baskerville tipografo ed editore (Birmingham 1705- London 1775)

 

 

 

 

© 1986 - 2017  Baskerville - fondata nel 1986 - info@baskerville.it  www.baskerville.it - P. IVA e Cod. Fisc.: 04215210370